ATTILIO STELLA – L’econofisica. La fisica incontra il mondo della finanza

03/02/2012 – Venerdì ore 20,45 – Centro Sociale, piazza Donatori di sangue.

L’incontro verrà replicato al Liceo Berto

I legami fra fisica e finanza quantitativa hanno radici lontane. Il padre della moderna finanza quantitativa, Louis Bachelier, fu allievo del grande fisico matematico Henri Poincare’, e la sua tesi di dottorato, dal titolo “Theorie de la speculation” , discussa nel 1900, precorse sviluppi che permisero, cinque anni dopo, ad Albert Einstein di formulare la sua teoria del moto Browniano. Negli anni 60, Benoit Mandelbrot, il fondatore della geometria frattale, fu pioniere nell’indicare l’importanza dei metodi della fisica statistica nell’analisi dei dati finanziari. In anni piu’ recenti, anche in concomitanza con l’enorme incremento della mole di dati disponibili dovuto all’informatizzazione delle transazioni, molti fisici che si occupano di sistemi complessi hanno iniziato ad applicare questi i metodi allo studio dei processi finanziari. Da questa “invasione di campo” ci si possono aspettare interessanti sviluppi, visto che i metodi di investigazione dei fisici danno importanza ai dati empirici in maniera molto piu decisa di quanto non valga per i matematici o gli economisti. Ancora più importante è il fatto che per il fisico la scelta dei modelli non è condizionata da predilezioni per strutture matematiche trattabili, o, peggio, da assunzioni talmente forti che rischino di diventare assiomi ingiustificati.
Attilio Stella nato il 9-3-1949 ad Alessandria d’Egitto. Laureato in Fisica nel 1972 presso l’Università di Padova, “Doctor in de Wetenschappen” conseguito nel 1981 presso la Katholieke Universiteit di Leuven, Belgio. Dal 1981 Ricercatore e poi Professore Associato di Fisica Teorica presso l’Università di Padova.
Professore straordinario di Fisica Teorica all’Università di Bologna dal 1990 e ordinario all’Università di Padova dal 1993. Le posizioni ricoperte all’estero sono di: “visiting scientist” all’Abdus Salam ICTP di Trieste; “visiting professor” presso il Departement Natuurkunde della Katholieke Universiteit Leuven, il Department of Physics and Astronomy della University of Maryland e il Department of Physics della Penn State University; borsista “Angelo Della Riccia” presso il Departement Natuurkunde della Technische Hogeschool di Delft, Royal Society-Accademia Nazionale dei Lincei presso il Department of Theoretical Physics della Oxford University, e INFN-MIT “Bruno Rossi” presso il MIT. Fra gli incarichi ricoperti quello di coordinatore del Dottorato di ricerca in Fisica dell’Università di Padova e, poi, della relativa Scuola, dalla fondazione al 2010. Responsabile di vari progetti, in particolare quello di Eccellenza CARIPARO: “Anomalous scaling in Physica and Finance”. L’attività di ricerca ha portato a oltre 160 pubblicazioni e riguarda in generale la fisica statistica di equilibrio e fuori equilibrio.

Tags: ,

Scrivi un commento