GIULIO PERUZZI – Dalla meccanica di Galileo e Newton alla fisica del XX secolo

25/11/2011 – Venerdì ore 20,45

L’incontro verrà replicato al Liceo Berto

La storia della fisica a partire dalla rivoluzione scientifica insegna come teorie con pretese universali (come era diventata tra XVIII e XIX secolo la meccanica di Galileo e Newton) abbiano progressivamente palesato limiti di fronte all’osservazione di nuovi fenomeni. Questi limiti non hanno portato all’abbandono delle teorie, ma a circoscrivere il dominio di fenomeni nei quali quelle teorie funzionano ancora come buone approssimazioni.
L’intervento ripercorre alcuni tratti salienti di questo sviluppo, soffermandosi in particolare sui mutamenti avvenuti nelle nozioni di spazio, tempo e oggetto fisico dal Seicento a oggi.

 Giulio Peruzzi si è laureato in Fisica a Firenze e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Fisica a Genova. Attualmente insegna Storia della Fisica e Storia della Scienza e della Tecnica all’Università di Padova.
Le sue ricerche, svolte in Italia e all’estero, si sono concentrate sulla Storia della Fisica tra XVI e XX secolo, sui Fondamenti della Meccanica Quantistica e sulla Filosofia della Fisica. Autore di diverse monografie, curatele e articoli scientifici, svolge anche un’intensa attività di diffusione della cultura scientifica.
Tra le sue pubblicazioni si segnalano in questa occasione: Spazio, Tempo e Universo. Passato, presente e futuro della teoria della relatività, UTET, Torino 2003 e 2005 (con Tullio Regge); Vortici e Colori. Alle origini dell’opera di James Clerk Maxwell, Edizioni Dedalo, Bari 2010.

Tags: ,

Scrivi un commento