TELMO PIEVANI – Darwin nella mente

19/03/2014 – Mercoledì ore 21,00

Siamo scimmie assassine o scimmie solidali? Sono tutti adattamenti biologici le preferenze sessuali, le “scale” di intelligenza, i gusti musicali, la bellezza artistica, le mode, finanche le partigianerie politiche? È più darwiniano essere di destra o di sinistra? Sposare un miliardario o un buon padre di famiglia? Sui mass media i riferimenti all’evoluzione biologica dei comportamenti umani – soprattutto culinari e sessuali – sono sempre più diffusi. Dire che l’evoluzione ci ha predisposti a una determinata tendenza è una tentazione a cui non si sottraggono neanche i commentatori più autorevoli. Vale allora la pena cimentarsi in una critica ironica di questa bizzarra ma persuasiva «psicologia evoluzionistica pop». Darwin spiega tante cose, ma forse non proprio tutto. È bene poi ricordare che la teoria dell’evoluzione non considera la selezione come un ingegnere che ci ha costruito e poi abbandonati, ma come un bricoleur che si è districato nell’imperfezione e nell’imprevedibilità della storia naturale. Il nostro cervello non è fermo all’età della pietra e l’evoluzione continua, con i buoni vecchi mezzi di una volta e con qualcuno di nuovo.

Telmo Pievani, presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova, ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche. Dal 2001 al 2012 ha insegnato all’Università degli studi di Milano Bicocca. Filosofo, storico della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, è autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali nel campo della filosofia della scienza (elenco completo http://boa.unimib.it). Fra i titoli più recenti: La vita inaspettata (finalista Premio Galileo); Homo sapiens. La grande storia della diversità umana, scritto insieme a L.L. Cavalli Sforza (Codice Edizioni); Introduzione a Darwin (Laterza); La fine del mondo. Guida per apocalittici perplessi (Il Mulino); Anatomia di una rivoluzione. La logica della scoperta scientifica di Darwin (Mimesis). Membro del Comitato Etico e del Comitato Scientifico della Fondazione Umberto Veronesi per il progresso delle scienze, fa parte dell’Editorial Board di riviste scientifiche internazionali come Evolutionary Biology e Evolution: Education and Outreach. Direttore di Pikaia, il portale italiano dell’evoluzione. Componente del Consiglio Scientifico del Festival della Scienza di Genova, (Segretario dal 2003 al 2011). Con Niles Eldredge è stato direttore scientifico del progetto enciclopedico “Ecosphera – Il futuro del pianeta” di UTET Grandi Opere. Ha curato il volume “Le scienze e le tecnologie” dell’enciclopedia “La Cultura Italiana” di UTET Grandi Opere. Con Niles Eldredge e Ian Tattersall ha curato la mostra internazionale “Darwin.1809-2009”. Insieme a Luigi Luca Cavalli Sforza è curatore del progetto espositivo internazionale “Homo sapiens: la grande storia della diversità umana”. Collabora con Il Corriere della Sera e con le riviste Le Scienze, Micromega e L’Indice dei Libri.

Scrivi un commento