SARA DI RUZZA – Il nostro caotico sistema solare

dai pianeti ai detriti spaziali

Venerdì 22 febbraio 2019 alle ore 21.00

Quale sarà il destino dei pianeti del sistema solare ? Si manterranno sempre stabili lungo le traiettorie che quotidianamente osserviamo oppure subiranno dei cambiamenti drastici delle orbite, fino ad arrivare a possibili collisioni tra i pianeti o addirittura ad espulsioni di alcuni di loro dal sistema solare? Cosa accadrà delle migliaia di detriti spaziali, di ogni forma e dimensione, che circondano la Terra ? Rimarranno al loro posto oppure potranno diventare una minaccia per i satelliti operativi e le missioni spaziali ? Come possiamo ridurre i costi delle missioni interplanetarie ? A queste domande si può rispondere con i metodi della Meccanica Celeste, una disciplina matematica che studia il movimento degli oggetti del sistema solare, siano essi naturali (come pianeti, satelliti o asteroidi) o artificiali (come i satelliti per le telecomunicazioni o le missioni interplanetarie). La Meccanica Celeste ci insegna che le traiettorie degli oggetti celesti possono essere regolari o caotiche, ma il nostro pianeta ha un destino preoccupante. Sui detriti spaziali c’è ancora molto da studiare, in primo luogo per capire quali zone del cielo potranno diventare “aree ecologiche di smaltimento rifiuti”. E infine, combinando opportunamente le leggi di Keplero, gli equilibri di Eulero-Lagrangee la teoria del caos, vedremo come si possono disegnare missioni spaziali per andare tra i pianeti con viaggi low-cost.

Sara Di Ruzza è Ricercatrice in Matematica presso lʼUniversità degli Studi di Padova. Si è laureata in Matematica allʼUniversità di Roma la Sapienza nel 2006 e nel 2010 conclude il Dottorato di Ricerca in Meccanica Celeste alla Sapienza con Alessandra Celletti. Nel 2012 si specializza nel Master in Scienza e Tecnologia Spaziale presso lʼUniversità di Roma Tor Vergata. Negli
anni ha lavorato nella ricerca su problemi riguardanti la stabilità del sistema solare e dei corpi naturali e artificiali che lo popolano. Ha partecipato a numerosi convegni internazionali e tenuto diverse conferenze. Si è occupata di divulgazione scientifica rivolta a ragazzi sia presso scuole medie superiori e inferiori e sia presso le Università. Ha lavorato diversi anni presso lʼUniversità di Pisa insieme ad Andrea Milani e presso lʼazienda SpaceDyS (Navacchio, PI) per la missione spaziale Bepi Colombo lanciata il 20 Ottobre 2018 e diretta a Mercurio. A Padova lavora per il progetto “Stable and Chaotic Motions in the Planetary Problem” di cui Gabriella Pinzari è responsabile. Il progetto è finanziato dallʼERC (European Research Council).

Scrivi un commento